Coloni Motorsport news 4 ottobre 2002

La Corte di Appello Internazionale della F.I.A., in relazione all'ultima prova del Campionato Internazionale di F.3000 svoltasi a Monza il 14 settembre 2002, ha riconosciuto il fondamento dei tre ricorsi presentati dalla Coloni Motorsport sulla ...

La Corte di Appello Internazionale della F.I.A., in relazione all'ultima prova del Campionato Internazionale di F.3000 svoltasi a Monza il 14 settembre 2002, ha riconosciuto il fondamento dei tre ricorsi presentati dalla Coloni Motorsport sulla forma delle decisioni prese dai Commissari sportivi, dichiarando che tutte e tre le decisioni debbono essere considerate nulle.

Nel merito degli appelli, la Corte ha accolto in pieno quello relativo alla vettura di Pizzonia (Petrobras Junior Team), escludendo la stessa dal risultato finale.

Per i due appelli, invece, relativi alle irregolarità presenti sulle vetture della Arden International (piloti Wirdheim ed Enge), la Corte ha rilevato una seria irregolarità commessa dalla Lola Motorsport, Casa costruttrice dei telai, in relazione al sistema di comunicazione delle modifiche tecniche autorizzabili, ed ha rimesso alla F.I.A. ogni decisione sul risultato della gara di Monza e del Campionato stesso.

La Coloni Motorsport ed il pilota Giorgio Pantano sono certi che i Rappresentati internazionali in seno alla F.I.A. faranno ben valere i loro diritti, impedendo ogni rischio di potenziale ingiustizia.

-cm-

Write a comment
Show comments
About this article
Series F3000